Archivio di luglio 2008

I love shopping per il baby

mercoledì, 16 luglio 2008

titolo: I love shopping per il baby
autore: Sophie Kinsella
il commento: Becky è sempre la stessa di “I love shopping”, ma in versione mamma in dolce attesa è favolosa!!!
Da leggere.

Mamma senza stress

mercoledì, 16 luglio 2008

titolo: Mamma senza stress
autore: Mac Susannah

Alcune pagine sono un distillato di ironia, stupenda la versione cinica del “Profeta”!

La solitudine dei numeri primi

mercoledì, 16 luglio 2008

titolo: La solitudine dei numeri primi
autore: Giordano Paolo
il commento: L’ho comprato mentre eravamo in ferie i primi di giugno, ispirata (da buona matematica) dal titolo, e dal paragone tra i due protagonisti con i numeri primi gemelli che ho trovato in copertina.

E’ un libro molto bello, soprattutto se si considera che è un’opera prima, e che è scritto da un giovane fisico. L’unico neo, a mio avviso, il finale. Vabbè che il titolo parla da sè, va bene che i due sono come primi gemelli, ma ci avrei visto una fine diversa…

La lacrima del diavolo

mercoledì, 16 luglio 2008

titolo: La lacrima del diavolo
autore: Jeffery Deaver
segnalato da selganor
il commento di selganor: Un bel thriller in “tempo reale” dal finale non proprio scontato! I personaggi sono, a mio avviso, ben disegnati e le loro storie passate contribuiscono ad arricchire la storia principale già di per sé avvincentissima. Il serial killer ha il soprannome di “becchino” e il protagonista cercherà di anticiparne le mosse partendo dall’analisi di una lettera anonima scritta presumibilmente dal killer.

Se avete dei figli, ci troverete anche “nutrimento” per il vostro spirito 😉

L’eleganza del riccio

mercoledì, 16 luglio 2008

titolo: L’eleganza del riccio
autore: Barbery Muriel
segnalato da Valentina
il commento di Valentina: Le protagoniste Renèe e Paloma, la prima è una donna all’apparenza sciatta e ignorante che fa la portinaia in un condominio, ma che però nasconde un segreto, la seconda è una bambina dodicenne che per il giorno del suo compleanno ha deciso di suicidarsi, perchè stanca di vivere. Le loro storie naturalmente si intrecceranno. Un libro a tratti ironico e con un finale commuovente.