Archivio di dicembre 2009

Auguri!

martedì, 22 dicembre 2009

auguri-natale-2009-thereade

A tutti voi i nostri più cari auguri di Buon Natale e Felice 2010!!!

Cento città per Rodari

martedì, 22 dicembre 2009

Due settimane fa, al nido in cui vanno le mie figlie, ci sono stati due ragazzi del centro di letturaIl grillo parlante” di Fabriano, nell’ambito del progetto “Nati per leggere“, che seguo con interesse da tempo. Sveva, che a casa è abituata a “leggere” con noi, è rimasta incantata a sentir raccontare le maestre. E così sono andata a curiosare in rete alla ricerca di qualche informazione in più sull’evento dedicato a Gianni Rodari che il centro sta organizzando…

(altro…)

Il linguaggio segreto dei neonati

venerdì, 18 dicembre 2009

il-linguaggio-segreto-dei-neonati-copertina

titolo: Il linguaggio segreto dei neonati

autore: Tracy Hogg (con Melinda Blau)

Ho letto questo libro mentre aspettavo Siria, la mia seconda bimba. Ne avevo sentito parlare così tanto bene in alcuni dei blog che seguivo, che mi sembrava imperdonabile non averlo letto con la prima bimba… e così, mi sono detta Recuperiamo con la seconda!”.

Premetto che l’ho letto dopo alcuni libri della Honegger Fresco, e quindi un paragone era inevitabile, ma… non sono nemmeno riuscita a finirlo!! Mi sono trovata a leggere molte cose (almeno per me) banali, ed in generale un metodo e.a.s.y. (eat, activity, sleep, you) troppo schematico. Soprattutto per il modo in cui viene posto, questo metodo sembra voler dispensare a tutti la soluzione infallibile, che secondo me coi bambini non esite. Perché non sono tutti uguali (lo spiega l’autrice stessa) e perché pensare che il proprio bimbo debba essere “addestrato” a seguire orari e tempi precisi per mangiare, giocare, dormire, mi sembra surreale. Che si rispettino i suoi tempi, invece, secondo me è sacrosanto.

Vero è che i bambini hanno dei cicli di pappa-gioco-nanna che si ripetono nell’arco della giornata, ma ridurli a fasce orarie (e preoccuparsi di far funzionare il metodo e.a.s.y.) è troppo, soprattutto se si allatta al seno (e qui sorvolo sul capitolo dedicato all’allattamento), molto riduttivo.

In definitiva, le uniche parti del libro che mi hanno incuriosito veramente sono stati i racconti dei genitori che hanno applicato il metodo, nel loro prima e dopo, perché mi ha fatto riflettere sul fatto che non siamo soli ad affrontare i piccoli e grandi problemi coi neonati!

un the readers blogger a settimana: Valentina

sabato, 5 dicembre 2009

Ciao a tutti! Sono Valentina, ho 32 anni e sono fisioterapista.

Sono una discreta lettrice, ma ritengo di non essere altrettanto brava nello scrivere.

Amo leggere e amo passare del tempo nelle librerie per curiosare tra uno scaffale e l’altro e lasciarmi scegliere da qualche libro…. sì, perchè sono estremamente convinta che sono proprio loro a sceglierci… mi piace pensare che ci sia qualcosa di magico in questo!

(altro…)

Photo #278: un saluto a Daniela

venerdì, 4 dicembre 2009

Un saluto a Daniela - Daniele
Un saluto a Daniela di Daniele

Pubbico questa foto insieme ad un abbraccio per Daniele, Lucia e per la loro famiglia. Vi siamo vicini.

Photo #277: in attesa che apra

venerdì, 4 dicembre 2009

in attesa che apra - Esvaso
in attesa che apra di Esvaso

L’ipotesi di Copenhagen

venerdì, 4 dicembre 2009

ipotesi di copenhagen

titolo: L’ipotesi di Copenhagen

autore: Oscar Caplan 

segnalato da: Franca Formelli

il commento di Franca: L’ipotesi di Copenhagen di Oscar Caplan (Fazi Editore) è un thriller teologico innovativo, dall’azione incalzante, che raccomando caldamente per il suo contenuto esoterico e spirituale.

Il tema è la ricerca di Dio e delle risposte alle domande di sempre, mentre la trama è impostata su due filoni: uno di archeologia biblica (alla scoperta della verità sull’Esodo biblico, la reale identità di Mosè e le vere origini del Dio dell’Antico Testamento) e l’altro esoterico, alla scoperta di un mistero che passa attraverso la Firenze neoplatonica di Lorenzo il Magnifico e che riporta il lettore al tempo di Akenhaten, il faraone che impose all’Egitto un dio unico.

(altro…)