Archivio di ottobre 2010

Non vi lascerò orfani

mercoledì, 20 ottobre 2010

copTitolo: Non vi lascerò orfani

Autore: Daria Bignardi

Partiamo dal presupposto che a me Daria Bignardi piace molto e quando posso la seguo nelle sue interviste, a Le invasioni barbariche, mai banali. Quindi non poteva non piacermi il suo libro che racconta della sua famiglia (parenti marchigiani di Cingoli!) e soprattutto del dolore per la perdita della mamma. E’ un libro scritto molto semplicemente, ma che ti lascia molti spunti a cui pensare e anche…commuoverti un pò!  

” Capisci che l’unica cosa che conta nella vita è l’amore che puoi dare a chi te lo chiede, che siano i figli, i nonni o la prima persona che incontri per strada. Che essere gentili e pazienti conviene, perchè quello che non abbiamo dato pesa più di qualunque cosa possiamo aver perso:tempo, divertimento, riposo. Ti illudi che ora che l’hai capito passerai il resto della vita ad amare gli altri. Forse lo farai. Forse no.”

Accabadora

martedì, 19 ottobre 2010

copTitolo: Accabadora

Autore: Michela Murgia

Vincitrice del Premio Campiello 2010 Michela Murgia racconta con molta intensità la Sardegna degli anni 50 e il rapporto tra queste due donne, Bonaria Urrai e Maria, madre e figlia, ma soprattutto “anima e fill’e anima”.  

Della Murgia avevo già letto credo il suo  primo romanzo Il mondo deve sapere e l’avevo trovato molto divertente e molto attinente alla realtà e anche con Accabadora non mi ha affatto delusa.

La cena delle meraviglie

lunedì, 18 ottobre 2010

lcdmab

titolo: La cena delle meraviglie

autore: Camilla Baresani e Allan Bay

Circa un mese fa mi sono riportata a casa “i miei bambini”: un bel po’ di libri che i miei genitori hanno gentilmente ospitato a casa loro in attesa che acquistassi una libreria degna di questo nome…

Tra gli altri anche questo, che rivela una delle mie debolezze: acquistare libri di cucina non ufficiali!

Sì, perché il libro di cucina ufficiale è quello con tutte le ricette, gli ingredienti, le foto…questo invece racconta di un gioco, di una sfida e di come un gruppo di amici-cuochi-buongustai abbia organizzato e realizzato la cena perfetta!

Scritto a quattro mani, con una parte più narrativa (Baresani) e una più tecnica (Bay), per me che sono sempre alla ricerca del menu ideale quando ho degli ospiti a cena non può che essere di brillante ispirazione!

L’ho riletto, in treno verso Firenze, e devo dire che, anche se non riuscirò mai a riproporre una cena come quella descritta (a meno di trovare almeno un paio di aiuti in cucina), mi ha invogliato di nuovo ad inventare occasioni. Organizzare una cena con un menu studiato, gli abbinamenti giusti dei vini, la bellezza della tavola; per far sentire ai nostri invitati che ci teniamo a loro e vogliamo offrire una serata che non sia solo il consumare insieme un pasto, ma che possa lasciare piacevoli ricordi attraverso tutti i sensi…

Cappuccetto Verde, Giallo, Bianco

mercoledì, 13 ottobre 2010

cappuccetto verde

cappuccetto giallo

cappuccetto bianco

titolo: Cappuccetto Verde, Giallo, Bianco

autore: Bruno Munari

Abbiamo chiesto i “Cappuccetti” di Munari in regalo per il Natale scorso ad una zia, che ha acconsentito contenta di regalarli alle bimbe. Così la zia Chiara li ha ordinati e li ha consegnati alla zia, e sono arrivati. Per nostra gioia, che avevamo un libro di quelli che (sapevo) ci sarebbero piaciuti tanto. Un po’ meno per la gioia della zia, che ha messo ben in chiaro che il prossimo anno avrebbe regalato anche quello che diceva lei…

A Sveva invece Cappuccetto Verde e Cappuccetto Giallo sono piaciuti tantissimo, e quando gliene leggo uno vuol leggere subito anche l’altro. Cappuccetto Bianco ancora lo apprezza meno, ma perché quando leggiamo un libro si aspetta ancora che sia illustrato. E le illustrazioni del Verde e del Giallo sono a dir poco meravigliose.

In ogni caso a noi questi Cappuccetti stanno veramente simpatici, e (per nulla togliere a Cappuccetto Rosso) dovrebbero essere letti un po’ di più da tutti i bimbi!

Nero a Manhattan

lunedì, 11 ottobre 2010

nam

titolo: Nero a Manhattan

autore: Jeffery Deaver

Al solito, con Deaver si va sul sicuro!

Questa volta niente Rhyme e indagini scientifiche, ma la fantastica Rune e le sue “indagini” per modo di dire!

Il libro è del 1988, ma io, nel mio leggere gli autori in maniera disorganizzata, l’ho scoperto solo adesso.

La protagonista, che ho adorato da subito, si ritrova intrecciata in una serie di casualità e scambi di persone, rischiando la vita quasi senza motivo.

Avvincente e sorprendente, consigliato per viaggi in treno o domeniche di relax.

Storia di Neve

martedì, 5 ottobre 2010

neve

Titolo: Storia di Neve

Autore: Mauro Corona

Un giorno alla tv ho ascoltato, e visto!, una intervista ad un tipo molto fuori dalla norma, era Mauro Corona e presentava la sua ultima creazione. Questo personaggio mi ha attratta in qualche modo e, anche se dopo molto tempo, ho acquistato il libro. Quando mi è arrivato a casa mi sono spaventata…un mattone… ma oramai era fatta.
L’ho letto in pochissimi giorni, 800 pagine divorate, nemmeno fosse stato un panino con la Nutella!! 😉
Una racconto surreale, crudo, avvincente, spaventoso, inconcepibile… con una storia d’amore fuori dal comune.
Mi è spesso venuto il dubbio se l’autore fosse del tutto normale…una fantasia (spero) assai prolifica.

Neve è una bambina dotata di poteri particolari, suo padre, uomo senza scrupoli, vuole sfruttare sua figlia per degli scopi affatto leciti. Intorno a questi due soggetti accade di tutto, in un Italia dei primi anni del ‘900… fuori da ogni nostra normale immaginazione.

Lo consiglio vivamente, si resta incollati alle pagine, i personaggi diventano quasi reali e vicini a noi grazie alle descrizioni dell’autore, particolareggiate… anche quando non vorremmo. 🙂