Archivio di gennaio 2011

Il piccolo principe

lunedì, 31 gennaio 2011

ipp

titolo: Il piccolo principe

autore: Antoine de Saint-Exupéry

Un grande classico della letteratura per ragazzi. Io l’ho letto solo qualche anno fa, prestato da un’amica che non si capacitava non l’avessi letto da ragazzina. Poco dopo mi è stato anche regalato e ogni tanto riprendo in mano la mia copia e vado a rileggere qualche pezzo. Mi ha colpito molto, forse proprio averlo letto da grande, per la visione poetica e per la profondità, che probabilmente leggendo da piccola non avrei saputo apprezzare.

Non è un paese per vecchie

lunedì, 24 gennaio 2011

nuppvll

titolo: Non è un paese per vecchie

autore: Loredana Lipperini

Ho preso il libro la sera del 18 dicembre scorso, in occasione della presentazione tenuta dall’autrice a Spoleto.

Dopo un paio di giorni ho iniziato a leggere con molto interesse. E’ un libro che, già mentre lo leggi, ti dà la voglia di andarti a prendere altri libri, di approfondire e cercare di non chiudere l’argomento quando arrivi all’ultima pagina. A tratti amaro nelle sue considerazioni, credo che debba essere letto a tutte le età, e magari anche riletto dopo qualche anno, per vedere come cambino i punti di vista. Leggerlo a trent’anni è un monito a fare attenzione ai propri pensieri, ai propri comportamenti e ad analizzare ciò che vediamo o sentiamo attraverso i mass media, che emergono come strumenti usati ed abusati solamente a fini di marketing e che, se non analizzati criticamente, ci intrappolano in convenzioni che non vorremmo.

Il signore delle mosche

lunedì, 17 gennaio 2011

isdmwg

titolo: Il signore delle mosche

autore: William Golding

Ero estremamente curiosa di leggere questo libro che nei paesi anglosassoni può essere considerato un classico della letteratura. Golding, premio Nobel ” a sorpresa” nel 1983, ci presenta un gruppo di ragazzi dispersi in un’isola deserta a seguito di un incidente aereo, che devono organizzare la loro vita in un ambiente ostile e senza la guida degli adulti. Sin dai primi giorni emergono non pochi problemi e con il passare del tempo si vede emergere una specie di “distillato” di sentimenti: odio, malvagità, lotta per il potere a qualunque costo, dolore, paura e orrore.

Anche non sapendolo si capirebbe che è un libro scritto a ridosso della seconda guerra mondiale. Si presta a molti piani di lettura e, anche se viene considerato “per ragazzi”, sicuramente è interessante anche per i lettori adulti.

Pulce non c’è

lunedì, 10 gennaio 2011

pncgr

titolo: Pulce non c’è

autore: Gaia Rayneri

La storia centrale di questo romanzo è basata su di un fatto realmente accaduto alla famiglia dell’autrice. Proprio perché ha uno sfondo autobiografico la storia è ancora più forte e la scrittura si apprezza il doppio per la sua ironia e per lo sfociare nel mondo fantastico della narratrice-protagonista Giovanna, nel libro tredicenne, che racconta dal suo originalissimo punto di vista la storia di sua sorella Margherita, “Pulce”, affetta da autismo che all’improvviso viene tolta alla sua famiglia per essere portata in una comunità.

Si legge come un romanzo giallo, tanta è la voglia di arrivare alla fine e vedere come si sia districata questa complessa vicenda giudiziaria, nel frattempo si riflette su tante cose, soprattutto sulla “normalità” che una famiglia possa raggiungere pur affrontando certi problemi, su come l’occhio di un familiare sia assolutamente più lucido nell’analizzare, capire, vivere, amare una bambina “diversa”.

In fondo, non siamo tutti un po’ “diversi”? L’ho finito pochi giorni fa e l’ho già dato in prestito ad un amico, tanta era la voglia di farlo conoscere! Ce ne fossero di scrittori ventiquattrenni così.

Alta cucina

lunedì, 3 gennaio 2011

acrs

titolo: Alta cucina

autore: Rex Stout

Il titolo potrebbe ingannare, ma è un vero giallo. Ho cercato questo libro per tanto tempo e finalmente con un ordine on line è arrivato! E’ il primo che leggo di Rex Stout, ma per gli appassionati del genere Nero Wolfe è sicuramente un mito. L’investigatore, appassionato di orchidee e gastronomia, è l’ospite d’onore di un evento organizzato dai “Quinze Maitres”, i quindici migliori chef del mondo; sarebbe quindi ufficialmente in vacanza, per godere al meglio della sua passione per il cibo, ma gli imprevisti sono sulla sua strada…e si ritrova a dover risolvere un mistero molto complesso in pochissimo tempo.

Credo prenderò anche altri libri della serie…anche perché con questo mi è rimasta la curiosità di scoprire la ricetta delle “salsicce mezzanotte”!