Archivi per la categoria ‘senza categoria’

E’ la Liguria terra Leggiadra

venerdì, 2 dicembre 2011

banner-thumblr

Solo poche parole (quelle di Marta) per descrivere il progetto-calendario che vi presento oggi, realizzato da alcune delle blogger e artiste più brave che (quasi) tutte noi che scriviamo saltuariamente su the readers project seguiamo.

Il 4 novembre, nelle ore angosciose dell’alluvione di Genova, siamo rimasti attaccati alla Rete per tenerci informati, per avere aggiornamenti dagli amici che erano là, per cercare di sentirci meno inutili e impotenti. Ma non è bastato.

La mattina dopo, però, attraverso la Rete ci è arrivata un’idea luminosa.

“Facciamo un calendario: coinvolgiamo illustratori, artisti, fotografi, designer, facciamolo per la Liguria.
E facciamolo in fretta.”

Il resto lo trovate qui: ligurialeggiadra.tumblr.com

photo #339: promozione della lettura!

giovedì, 2 giugno 2011

promozione della lettura! di equAzioni

photo #338: urlo di mamma

martedì, 22 marzo 2011

Urlo di mamma da barbiere di equAzioni

Il libro che le multinazionali non ti farebbero mai leggere

mercoledì, 23 febbraio 2011

MULTINAZ

 

titolo: Il libro che le multinazionali non ti farebbero mai leggere

autore: Klaus Werner-Lobo

Klaus Werner-Lobo  ha raccolto i dati delle sue personali ricerche su alcune delle maggiori miltinazionali che manovrano le sorti del villaggio globale, violando i diritti e la dignità dei lavoratori, sfruttando selvaggiamente le risorse del pianeta, rimpinzandoci di bugie pubblicitarie per creare nuovi inutili bisogni. Per ognuna di esse ci presenta le accuse, i motivi per cui dovrebbero essere boicottate, ma anche i modi in cui poter prender parte attiva al boicottaggio e alla protesta, e una lista di siti internet in cui poter approfondire l’argomento.
Nella prima parte del libro, viene invece presentato il problema del capitalismo prepotente (sempre dati alla mano) parlando di petrolio, di industria alimentare e di sprechi, delle nuove forme di schiavitù, dell’avarizia, della democrazia malata, dell’economia agricola e dell’economia solidale. Molto bello il capitolo “Facciamo il mondo come piace a noi!”: perchè per il cambiamento non è mai troppo tardi, perchè il cambiamento deve iniziare da ognuno di noi. Cambiare dentro di noi, per cambiare il mondo.

“Perchè se vogliamo un mondo diverso, un mondo più equo e più bello, dobbiamo anche avere un’idea di come potrebbe essere: un mondo in cui tutti abbiano qualcosa da ridere, perchè hanno abbastanza di che mangiare e vivere, perchè possono godere di libertà e sicurezza di rispetto e amore. Non so se questo mondo esisterà mai. So però che è il mondo che sogno e questo sogno non me lo faccio portare via. Per questo combatto. E se con questo libro sono riuscito anche solo un paio di nuovi compagni o compagne di lotta, allora ho già raggiunto un buon risultato.”

Non vi lascerò orfani

mercoledì, 20 ottobre 2010

copTitolo: Non vi lascerò orfani

Autore: Daria Bignardi

Partiamo dal presupposto che a me Daria Bignardi piace molto e quando posso la seguo nelle sue interviste, a Le invasioni barbariche, mai banali. Quindi non poteva non piacermi il suo libro che racconta della sua famiglia (parenti marchigiani di Cingoli!) e soprattutto del dolore per la perdita della mamma. E’ un libro scritto molto semplicemente, ma che ti lascia molti spunti a cui pensare e anche…commuoverti un pò!  

” Capisci che l’unica cosa che conta nella vita è l’amore che puoi dare a chi te lo chiede, che siano i figli, i nonni o la prima persona che incontri per strada. Che essere gentili e pazienti conviene, perchè quello che non abbiamo dato pesa più di qualunque cosa possiamo aver perso:tempo, divertimento, riposo. Ti illudi che ora che l’hai capito passerai il resto della vita ad amare gli altri. Forse lo farai. Forse no.”

Il pane di ieri

mercoledì, 15 settembre 2010

il pane di ieri

Titolo: Il pane di ieri

Autore: Enzo Bianchi

“Il pane di ieri è buono domani”,con questo detto si apre questo libro che ci insegna un po’ ad apprezzare i vecchi e buoni usi dei nostri nonni.
Come vivevano il Natale, la cura dell’orto, l’importanza della vigna, il canto del gallo come sveglia mattutina, il significato del contatto con la terra e di quello che ci dona.
Un libro di facile lettura, che, magari, ci può aiutare ad apprezzare le cose semplici di tutti i giorni, senza ricercare sempre l’impossibile.

Photo #303: Giulia

giovedì, 10 giugno 2010

Giulia
Giulia

Photo #302: Travelling

giovedì, 10 giugno 2010

Travelling
Travelling di Jennifer

Delfini

domenica, 6 giugno 2010

Delfini

Titolo: Delfini

Autore: Banana Yoshimoto

L’utlimo libro che ho acquistato di questa autrice,l’impressione rispetto ai primi due è cambiata e migliorata molto.Anche questo titolo mi è piaciuto,è una lettura un po’ lenta,ma ormai ho capito che è tipica dell’autrice.

Kimiko è una giovane scrittrice di romanzi,conduce una vita senza particolari eccezioni.Conosce Goro,un ragazzo che è già impegnato in una storia con una donna particolare,con lui inizia un rapporto che va oltre l’amicizia.Per la paura di attaccarsi troppo a lui, Kimiko va lontano da Tokio per qualche tempo e scopre, grazie a Mami, di essere incinta.

Lo consiglio.

Chie-chan e io

lunedì, 17 maggio 2010

Chie-chan e io

Titolo: Chie-chan e io

Autore: Banana Yoshimoto

La mia perseveranza è stata ripagata.
Questo libro mi è piaciuto molto,forse perchè parla di una bella amicizia o di un amore puro o di un lavoro amato o,meglio,di tutto ciò!

Kaori è una quarantenne single che,per lavoro,viaggia spesso in Italia.Si ritrova a vivere con Chie-chan,sua cugina,schiva e silenziosa.Tra le due inizia un rapporto di amicizia profondo.
Un segreto di Chie-chan e un amore nella vita di Kaori sconvolgono un po’ la situazione,la prima deve affrontare il passato,la seconda deve prendere una decisione,tutto si risolve,ma non come ce lo potremmo immaginare.

Questa volta consiglio la lettura!