Articoli marcati con tag ‘autoproduzione’

Scappo dalla città

martedì, 11 ottobre 2011

scappo dalla citta

autore: Grazia Cacciola

titolo: Scappo dalla città

Seguo il blog di Erbaviola ormai da 3 anni, da quando trovai il link nel libro “La rivoluzione dei dettagli“. Da allora, è stato anche grazie a lei se ho iniziato i miei esperimenti di orto sul balcone e compostaggio domestico, e continuo a leggerla con passione. Questo libro l’ho letto appena uscito, ed è secondo me un ottimo punto di vista per chi sta pensando di dare una svolta alla propria vita, di riappropiarsi dei propri ritmi, di avere insomma una vita più sostenibile.

Per noi, che comunque una vita abbastanza sostenibile la viviamo già (vivendo in un paesino di provincia molti punti sono scontati sin da quando eravamo piccoli), contiene comunque suggerimenti e spunti preziosi (e soprattutto pratici) sulla autoproduzione. Ma soprattutto, ti fa pensare raccontandoti un nuovo approccio al lavoro, alla casa, al modo di fare acquisti, alla vita insomma. Bellissimo, a parer mio, l’ultimo capitolo, in cui Grazia ha raccolto le testimonianze (di vario genere) di chi ha fatto la scelta di una vita più sostenbile. Perché spesso lo stimolo a cambiare rotta si ha proprio partendo dagli esempi degli altri, e leggerne di così belli è veramente una emozione!

Smalto, rossetto e pollice verde

lunedì, 15 novembre 2010

smalto_rossetto2289_img

titolo: Smalto, rossetto e pollice verde

autore: Laetitia Maklouf

Fantastico regalo di compleanno (e lo commento dopo quasi due mesi perché me lo sono “gustato” per bene)!

Pieno di idee, non solo ortaggi e verdure da mangiare ma anche piante e fiori da tenere in casa o in giardino. Strutturato come un libro di cucina, con la lista degli “ingredienti” e relativo procedimento, ha delle immagini strepitose ed una estrema cura dei dettagli. Grazie Gloria per il regalo stupendo.

Ora devo solo procurarmi dei semi di banano, di frumento, delle felci, del rabarbaro, del sambuco…

L’orto di un perdigiorno

venerdì, 6 agosto 2010

ppodup

titolo: L’orto di un perdigiorno

autore: Pia Pera

Sottotitolo: Confessioni di un apprendista ortolano.

Lo so. Sono entrata in un circolo vizioso: compro libri sull’orto, faccio nuovi esperimenti, falliscono o hanno successo al 50%, compro altri libri sull’orto e così via. Ogni volta sono affascinata dall’approccio degli altri alla terra e lo confronto con il mio, trovando diversità o affinità.

Devo dire che in questo caso ho trovato molte affinità; a partire dalla fascinazione di Fukoka e dell’agricoltura del “non fare”, che purtroppo si rivela un sogno a lungo termine; per arrivare alla gratitudine nei confronti dell’orto-maestro che regala doni anche quando lo trascuriamo un po’.

Non è un manuale, è un inno alla natura e ai suoi doni; è un invito a godere delle piccole cose, a trovare il piacere e la bellezza in quello che abbiamo intorno, a dimenticare la corsa all’avere sempre più cose per saper apprezzare quello che ci offre la natura.  Ricco di citazioni letterarie e con una buona vena poetica, pagina dopo pagina ci fa sognare di avere un campo, un uliveto, una vigna e…un cane!

Pia Pera, oltre ad essere scrittrice e traduttrice cura il sito www.ortidipace.org che promuove la creazione di orti biologici nelle scuole.

Facciamo il pane

mercoledì, 14 luglio 2010

adlfil

titolo: Facciamo il pane

autore: Annalisa De Luca

Da quando ho “adottato” la pasta madre da Gloria ho iniziato a cercare ricette per utilizzarla al meglio, anche perché senza un manuale (o tanti consigli di un esperto) è facile scoraggiarsi nell’utilizzo. Devo essere sincera, non sono ancora andata oltre la focaccia e il pane integrale, ma ho messo parecchi segnalibri sulle ricette che voglio provare; in compenso ho mangiato la fantastica colomba fatta in casa da Gloria…eh sì, io compro i libri di cucina e lei li mette a frutto!

Non è solamente un libro di cucina, comunque, ha anche una parte molto interessante sulle farine e fa delle belle considerazioni sul “fare il pane” come attività di comunione, come evento familiare e come momento di condivisione. Lo consiglio!

Guida all’autosufficienza

mercoledì, 24 febbraio 2010

guida-autosufficienza

titolo: Guida all’autosufficienza

autore: John Seymour

Prima che Gloria (o Roberto….) mi “freghino” la pubblicazione del post,  questa volta mi dò una mossa e ci penso io!

Il libro, avvicinabile ad altri che ho letto nell’ultimo anno, tratta vari argomenti: dalla coltivazione di ortaggi, all’allevamento degli animali, passando per la raccolta dei funghi o di erbe spontanee all’autoproduzione del pane, della birra e delle conserve di frutta e verdura.

L’autore, che già dagli anni ’70 ha diffuso, soprattutto in Inghilterra la riscoperta dell’autosufficienza e di un “saper fare” che stiamo perdendo sempre più, ci stimola a riprenderci certe conoscenze e, dove non sia possibile (per chi vive in città, ad esempio), almeno a fare qualcosa verso il risparmio energetico e la riduzione dei rifiuti.

Una delle cose in assoluto che colpiscono di più è l’importanza data al suolo, alla ricchezza della terra, che, se ben curata, non ha bisogno di ammendanti chimici per essere produttiva. Una ulteriore conferma che buttare gli scarti organici nell’indifferenziato è veramente un danno (incrementiamo il volume delle discariche) e una beffa (dobbiamo andare ad acquistare i concimi chimici).

Blog Action Day 2009 | Climate Change

giovedì, 15 ottobre 2009

Quest’anno, per me, è stato un anno di eco-letture e di eco-azioni… ho consolidato buone abitudini e ne ho acquisite di nuove, cercando di dedicare ancor più attenzione di quanta non ne avessi già all’ambiente.

Per questo ho deciso di aderire al “Blog Action Day“, che per il 2009 affronta il tema del cambiamento del clima, con un riepilogo delle letture sul tema ambientale ed ecologico che mi hanno dato di più.

correggia-larivoluzionedeidettagli

La rivoluzione dei dettagli di Marinella Correggia, un libro che non mi stanco mai di citare e consigliare, perché fa riflettere e dà la carica necessaria alle nostre coscienze ecologiche per passare dalla teoria alla pratica. Lo cito per primo perché, tra quelli che ho letto, è quello che mi ha arricchito (e spronato) di più.

slavaremondo

Salvare il mondo senza essere Superman di Roberto Rizzo, affronta quasi tutti gli argomenti del libro della Correggia, integrando alcuni argomenti. Alcune informazioni, ad oggi, sembrano un po’ datate, ma solo perché in effetti è stato scritto qualche anno fa!

(altro…)

L’orto sul balcone

martedì, 26 maggio 2009

ortba

titolo: L’orto sul balcone

autore:  vari

Per rimanere in tema, e per dare a tutti la possibilità di dilettarsi e di godere di buona frutta e verdura autoprodotta, consiglio questo veloce e pratico libretto, dal quale scegliere, a seconda degli spazi a disposizione e della pazienza (vero Glo’?!?), le vostre verdure preferite!

(altro…)

Il maxi libro dell’orto

lunedì, 25 maggio 2009

maxi-libro-orto

titolo: Il maxi libro dell’orto

autore:  vari

Con la nuova casa mi sono ritrovata una strisciolina di terra da coltivare, però c’era un piccolo particolare: non sapevo dove mettere le mani!!

Nel sito di Erbaviola ho trovato la segnalazione di questo libro che fino all’ultima edizione si intitolava “Il grande libro dell’orto”…da cui la difficoltà nel trovarlo…alla fine sono riuscita ad ordinarlo su BOL ed ora è finalmente arrivato!

Molto semplice nelle spiegazioni, speriamo porterà dei netti miglioramenti alle mie piccole coltivazioni…ovviamente bio!

I mostri nel mio frigorifero

mercoledì, 20 maggio 2009

mostri

titolo: I mostri nel mio frigorifero. Cosa si nasconde in merendine, piatti pronti, salumi, bibite, yogurt, sughi…

autore: Stefania Cecchetti

Come già raccontato nel post relativo al bellissimo libro di Marinella Correggia “La rivoluzione dei dettagli”, in questo periodo oltre alle letture sul tema bimbi (ecchevoifa!) ho iniziato diversi testi sul tema ecologia, ché entrambi i temi sono come le ciliegie… uno tira l’altro! E quindi, visto che avevo intenzione di mettermi a dieta, ho iniziato anche a leggere questo libro, e alla fine dopo tutto quello che leggi a dieta ti ci metti per forza di cose!

Scherzi a parte, sicuramente è un valido aiuto per una lettura consapevole delle etichette sugli alimenti, e ci avvicina ad un consumo degli alimenti più sano, meno artificioso e più consapevole. Insomma, ve lo consiglio!