Articoli marcati con tag ‘gravidanza’

Bimbo a bordo

martedì, 28 luglio 2009

bimbobordo

Titolo: Bimbo a bordo

Autore: Barbara Sgarzi

Seguo il blog di Barbara da un paio di anni. Da quando il blog Sorelle d’Italia (lei è una delle autrici) è stato premiato alla finale del premio DonnaèWeb, quella in cui (per varie vicissitudini) io ritiravo il premio blog dell’anno prima, insomma…

Da childfree convinta, Barbara è rimasta incinta ed ha iniziato a raccontare nel blog (dove naturalmente si parla anche di altro…)  della sua gravidanza prima e dei primi mesi della bimba poi, con la sua ironia frizzante e una buona dose di cinismo, sdrammatizzando su tante cose della gravidanza e di tutto il contorno…

Alcuni passi del libro dovrebbero essere un must per ogni donna incinta o neomamma, come il “Quelli che…”, di cui trovate un assaggio qui: prima, seconda e terza parte. Dopo averli letti, non si può non leggere il libro!

Ero una brava mamma prima di avere figli

lunedì, 22 giugno 2009

erounabravamamma

titolo: Ero una brava mamma prima di avere figli

autore: Paola Maraone

Il libro è rivolto alle mamme con bimbi da zero a 1 anno, ma se si hanno figli più grandicelli (o anche se non se ne hanno ma ci si pensa…) è comunque una piccola perla, certi passi mi hanno fatta ridere fino alle lacrime (vedi il Nostro Eroe ed il cambio del pannolino), e altri mi hanno fatto pensare molto invece, sui piccoli e grandi passi che facciamo come madri insieme ai nostri “Pupi”. Curioso come, tra le letture consigliate, le letture alternative, e le risorse in rete, io abbia trovato tantissimi libri e blog che ho letto o che seguo da anni… mi ci sono proprio ritrovata insomma! Tra l’altro, scopro che l’autrice ha anche un blog (non so se il libro è tratto da questo o no…) e me lo sono giù segnato tra i preferiti, l’autrice ha un’ironia strepitosa!

No kid

lunedì, 22 giugno 2009

nokid

titolo: No kid – Quaranta ragioni per non avere figli

autore: Corinne Maier

Premesso che nella quarta di copertina si specifica che il libro non è solo diretto a chi non ha figli, ma anche a chi di figli ne ha già, e potrebbe riderci un po’ su, direi che la seconda affermazione non è molto corretta… Sinceramente dall’autrice di “Buongiorno pigrizia” mi aspettavo qualcosa in più, e invece devo dire che ci ho trovato molti luoghi comuni e anche qualche esagerazione (tra l’altro anche lei di figli ne ha due…) Alcune parti sono condivisibili e ben note ai genitori tutti, ma nonostante tutto direi che il libro mi ha un po’ deluso…